Senilità

Senilit Pubblicato per la prima volta nel con scarso successo fu salutato come un capolavoro nel dopo che Joyce ebbe dichiarato pubblicamente il suo grande apprezzamento per questo libro la storia

  • Title: Senilità
  • Author: Italo Svevo
  • ISBN: 9788804258568
  • Page: 214
  • Format: Paperback
  • Pubblicato per la prima volta nel 1898 con scarso successo, fu salutato come un capolavoro nel 1927, dopo che Joyce ebbe dichiarato pubblicamente il suo grande apprezzamento per questo libro la storia, in una Trieste allietata dai clamori del Carnevale, di un eroe esistenziale la cui protesta sociale, il cui non ritenersi figlio dei tempi si arrendono all a per unPubblicato per la prima volta nel 1898 con scarso successo, fu salutato come un capolavoro nel 1927, dopo che Joyce ebbe dichiarato pubblicamente il suo grande apprezzamento per questo libro la storia, in una Trieste allietata dai clamori del Carnevale, di un eroe esistenziale la cui protesta sociale, il cui non ritenersi figlio dei tempi si arrendono all a per una donna, miscuglio irresistibile di sensualit e devozione, di grazia e sfacciata volgarit , di egoismo e piet Con Senilit Svevo entra nel pieno della sua maturit letteraria Nell opera si respira, ormai libera e naturale, quella che Montale defin l epica della grigia casualit della nostra vita di tutti i giorni.

    One thought on “Senilità”

    1. ‎دوستانِ گرانقدر، این داستان، دلچسبی خاصی برایِ خواننده ندارد و بنظرم از آن دسته از داستانها میباشد که یک کتابخوانِ حرفه ای، میتواند روندِ داستان را پیشبینی کند‎شخصیتِ اصلی داستان <امیلیو برانتا>نام دارد او مردی به اصطلاح نچسب و گوشت تلخ است و کارمندِ ساده ای میباشد که ب [...]

    2. Interesting novel about the nature of jealousy and obsession. Svevo was a friend of James Joyce and was one of the models for Leopold Bloom. This is one of his early works and is much less well known than Zeno's Conscience which Joyce championed.The book documents the path of a relationship between Emilio Brentani, a not so young (approaching 40) failed writer turned insurance agent and the young and beautiful Angiolina. Wait a minute: this is the second book on mid-life crisis I've read recentl [...]

    3. Un Sénilita per Mr. BallantineIl commesso aveva un paio di occhialetti rotondi, i capelli pettinati all'indietro, sfoggiava un papillon rosso.“Scusi avete Sénilita?” Chiesi“Senilità, casomai” mi corresse avviandosi a prendere il libroNella prefazione alla seconda edizione di Senilità, in data 1 marzo 1927, Svevo scrive: «Pensa Valéry Larbaud che il titolo di questo romanzo non sia quello che gli competa. Anch'io, che so ormai che cosa sia una vera senilità, sorrido talvolta di ave [...]

    4. Sorry, but this book was so bad, in my view, that it deserves plot-spoiling. I'll give you the short version.Emilio falls in love with Angiolina. He's older, but not decrepit old like me. Just older. They become lovers, but not as we, today, would think of lovers. This is the 1890's. So, when they 'make love' it means they take walks and occasionally exchange hugs and kisses, mostly kisses. Emilio wants to continue this relationship, but the mores of the time mean they can't. They need a beard, [...]

    5. Italo Svevo's 1890s novel As a Man Grows Older is the perfect gift for people who have never experienced human emotions but are curious what they are like. So the next time you're wondering what to get that certain hard-to-buy-for humanoid for his Inception Day gift, put that boring spark plug down and hook him up with some Svevo. It's much easier to wrap anyway.

    6. Emílio tem trinta e cinco anos, é um pacato vendedor de seguros e um escritor sem sucesso. Mora com a irmã e, para pôr um pouco de sal na sua vidinha insossa, decide arranjar uma mulher. Conhece Angelina e, logo no princípio, a adverte de que ela não passará de um brinquedo, pois ele tem muitos deveres com a carreira e a família. Para que ele a possa "desonrar", sem se obrigar a assumir um compromisso, propõe-lhe que ela arranje um noivo e se case para que possam ser amantes. Angelina, [...]

    7. Italo Svevo or Aron Ettore Schmitz (1861-1928) in real life was James Joyce's friend. The character of Leopold Bloom in Ulysses was based on him. It was James Joyce you championed Svevo's more famous work, Confessions of Zeno (tbr) that when published was ignored by Italian readers and critics at that time. It was Joyce who insisted to have it translated into French and published in Paris where it was praised extravagantly and made Svevo internationally known. The reason why Joyce helped Svevo? [...]

    8. Cinquanta sfumature di grigioEmilio Brentani, protagonista di Senilità, è un intellettuale di fine ottocento che vive a Trieste. E’ l’incarnazione dell’inetto perfetto, incapace di vivere realmente, imprigionato com'è nei suoi sogni e nelle sue illusioni. Non vive, sopravvive. La realtà lo sovrasta e lui gira costantemente a vuoto, indeciso sul modo di agire.Si invaghisce di Angiolina, donna semplice, energica e anche allegrotta, che non disdegna altri uomini. Ma lui non se ne accorge [...]

    9. Emilio, il secondo inetto di Svevo, è il perfetto esempio dell’eroe negativo : chiuso in se stesso, farneticante, immobile nella sua precisa volontà di non maturazione, aggrappato alle proprie fantasticherie come a un cordone ombelicale di morte, gretto nella sua presunta superiorità intellettuale, fanatico nel progettare il perfetto autocontrollo sugli eventi della propria vita.E la vita, invece, gli sfugge da tutte le parti, deborda, si espande; la vita non si fa imbrigliare, non si piega [...]

    10. I went back and forth on this novel a bit as I read. I think my feelings were framed by the contrast between the late 19th/early 20th century division between the realist (Verismo in Italy) and decadent schools of novel writing that immediately preceded the modernist experiment. I was at first rather angry at the narrator of Senilita' for his entirely indefensible attitude toward women--that it was fine that the protagonist, Emilio Brentani, as a middle-aged bourgeois man, take a lover with no i [...]

    11. Senilnost sam godinama izbegavala misleći da se radi o nekom turobnom štivu o usamljenom staračkom životu. Još je u biblioteci stajala pored "Pokojni Matija Paskal".Na kraju se ispostavilo da knjiga i jeste prilično turobna, ali da je senilnost više metaforička "staračka slabost" kod ljudi na izmaku zrelog doba (što je 1898. očigledno padalo oko trideset pete, uzmite se, dakle, u pamet). Roman prikazuje jednu kratku i od početka prilično beznadežnu vezu među slabim i promašenim k [...]

    12. "Vedo grigio e sento grigio""Strano - pensò, - sembrerebbe che metà dell'umanità esista per vivere e l'altra per essere vissuta."Lui, Emilio Brentani, sicuramente non esiste per vivere- L'uomo che non deve decidere mai- L'uomo che non deve agire mai- L'uomo che non riesce mai a uscire da sé stesso e dai suoi bisogni.E infatti. Che necessità c'è di comprendere la realtà e le persone che la compongono quando c'è la possibilità di figurarsele a proprio piacimento?Emilio ha 35 anni e la sua [...]

    13. Romanzo non di facile lettura, per diversi motivi. In primo luogo perché la letteratura moderna (e per “moderna” intendo quella degli anni che stiamo vivendo), in linea di massima, ci sta pian piano disavvezzando all’introspezione psicologica propriamente detta, dando la preferenza a strutture narrative più “leggere”, in cui non è il narratore a condurre per mano il lettore lungo la strada che egli ha scelto, bensì è il lettore stesso che deve decidere se soffermarsi o no ad anali [...]

    14. Singura reacție pe care o poți avea citind cartea asta e OMG! Nu se întâmplă mare lucru, și totuși Svevo are un simț atât de ascuțit al profilului psihologic, încât wow! „Senilitate” se concentrează pe personaje, dar nu pe ce se întâmplă la exterior, ci în interior. Pe felul cum se încâlcesc ițele gândurilor, pe dinamica dintre personaje, pe motivațiile aparent ascunse ale acțiunilor lor. Nu a existat nici măcar un singur personaj likeable în întreg romanul, dar cu [...]

    15. L'autore scriveva nelle sue lettere: 'Io voglio soltanto attraverso queste pagine arrivare a capirmi meglio. L'abitudine mia e di tutti gli impotenti di non saper pensare che con la penna alla mano [] mi obbliga a questo sacrificio.' Il romanzo più autobiografico di Ettore Schmitz, racconta la triste storia di esseri mediocri, incapaci, ognuno a proprio modo, di trovare uno spazio all'interno della società triestina di fine '800. Questo accade perchè vittime del materialismo della società (A [...]

    16. Es emocionante cuando encuentras a un escritor que te dice tanto. Que cuenta sus historias de forma particular, y que tiene algo hermoso que agregar a algo que parece gris. Italo Svevo es tremendo con sus personajes. No les da tregua, y los ves vivir vidas tristes, grises, y con finales menos que felices. Pero es increíble como llega a la esencia de las cosas con tan pocas palabras, o con historias que puedes pensar que nada tienen que ver contigo. En el caso de Senectud, es una historia sobre [...]

    17. Italo Svevo analizează în acest roman o situație destul de tipică pentru cei lipsiți de experiență și/sau pentru naivi, indiferent de vârstă: în momentul când aceștia întâlnesc un partener oarecare, dar care le face ochi dulci, cad într-un carusel de sentimente, din care nu mai pot ieși. Iubesc cu patimă, suferă de gelozie, nu mai recunosc niciun semn de răutate sau de rea-credință, chiar dacă acestea le-ar fi mărturisite de prieteni apropiați. La fel și eroul lui Svevo [...]

    18. Il rapporto instabiletra un uomo debolee una donna facile,lui influenzabileda una sorella fragilee un amico volubile

    19. One hundred and fifteen years after its original publication, Emilio's Carnival (1898) by Italo Svevo is likely to impress the contemporary reader as an antique piece. Its "given"--a self-consciously melancholic man who falls in love with a much younger woman who loves mainly herself and the adoration her beauty attracts--was a situation long-familiar in Western literature even when Svevo offered his version. The novel is saved from seeming trite by the fact that Emilio's carnal desire for Angio [...]

    20. Espectacular, y precioso, canto al amor, la soleda, la locura y la muerte, el que nos ofrece Svevo en estas páginas.

    21. Assolutamente il degno precursore de 'La coscienza di Zeno'. Svevo mostra di aver da sempre prediletto le personalità complesse. Ma non si sofferma sull'unica del vero e proprio protagonista, Emilio Brentani, bensì traccia il ritratto di quella debole e altruista all'inverosimile della sorella e di quella forte e sicura dell'amico pittore, Stefano Berni. L'unica personalità ad essere davvero sfuggente nel caso in cui ci si affidi completamente alle parole dell'Emilio (cosa di cui La coscienza [...]

    22. // Somewhere between 2.5 and 3 stars, I guess? //So, here's the thing; this book had a lot of potential. Even though it really hasn't a well-defined plot, the introspection of the main character could have made it up to that missing. The problem was that EVERY SINGLE CHARACTER (except maybe for one, Elena) was a total handful. Everyone in this novel is just so obsessed/manipulative/focus on their own needs that you simply can't like anyone. I really wished they all died at some point because the [...]

    23. Più mi addentro in Svevo è più riesco ad apprezzarlo e a riconoscergli tutta la sua grandezza, perché sì, è proprio uno dei più grandi scrittori italiani del 900 e forse uno dei grandi padri del romanzo moderno, quello che rompe l’impianto del romanzo ottocentesco per rivolgere la propria attenzione più che agli accadimenti che riguardano i protagonisti, alle trame che si svolgono nella mente dei personaggi.Senilità e il suo mediocre protagonista Brentani non raggiungono ancora le vet [...]

    24. You know how people talk about books that "changed my life"? Well, I don't think books can change your life (at least not in my case), but I think they can help you change your life (in other words, you change your life, not the book -- ok, pedantic point, but still, wanted to be clear on that.)Well, this book, along with Buzzati's "Il deserto dei Tartari" helped me change my life (actually, I have 2 non-fiction examples that did the same, albeit in different ways: Lewis Hyde's "The Gift", and N [...]

    25. Sarà che questo libro mi è stato imposto, che il genere non mi piace o che mi ci è voluto un secolo per leggerlo ma davvero non l'ho digerito.Senilità è la storia di un uomo inetto, che quando sembra essersi riscattato alla fine rimane un inetto che si lascia portare in giro da una donna volgare e crudele. Ho letteralmente odiato ogni personaggio, tranne la povera Amalia ed Elena che hanno rasserenato un po' la lettura, per il resto si è trattato di una serie di improperi contro il protago [...]

    26. Trovandomi di fronte ad un libro intitolato "senilità" all'età di 17 anni, mi sono sentita spiazzata e al tempo stesso incuriosita. Ho pensato "ma come? La nostra professoressa pone noi giovani studenti di fronte a un libro che tratta di senilità?". Incuriosita da questo fatto ho subito cominciato a leggerlo. "Che noia!" è tutto ciò che ho pensato dopo le prime 20 pagine. Siccome leggerlo era un obbligo e non potevo semplicemente rimetterlo nella libreria classificandolo come *libro da non [...]

    27. So this is pretty much 'Swann In Love' without the wit, the insight, or the variety: an indifferent artist falls for a sensual young woman, projects all his creative longings onto her, and finds both his love and his ambition disappointed - fin. The characters are dull, which isn't damning in itself, but there's heron gray and there's pavement gray and this book is more the latter. Since the narrative isn't really in the voice of the characters and the detail and atmosphere are scant, to succeed [...]

    28. Very disappointed in this book. I read it based on the recommendation of J.M. Coetzee in his Inner Workings: Literary Essays 2000-2005 where he touted a few examples of these types of novels based on male sexual jealousy. Well this one missed the mark by a long mile. Actually the work is quite juvenile if taken in respect to personal experience now exceeding sixty some years. I think Svevo could have perhaps achieved a bit more had he thought about what he was writing and lived closer to the edg [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *